lunedì 2 gennaio 2012

Barbie Dolls of the World - Arctic Barbie

Buon anno amici! Come avete trascorso le festività? Io e Ken le abbiamo trascorse in viaggio. Io adoro viaggiare!! Nella mia lunga carriera ho visitato e sono stata in diverse parti del mondo, tanto che mi venne addirittura chiesto negli anni '90, dalla Mattel, di rappresentarle per la linea Collector. La Mattel realizzò Barbie Collector nel 1988 per soddisfare la massiccia richiesta di miei collezionisti di età adulta, desiderosi di avermi in esclusiva solo per loro. Ho interpretato Francia, Scozia, Cina, Giappone, Russia, Ghana.


Cile e tante altre nazioni, indossando di volta in volta un costume tradizionale che richiamasse la nazione che stavo interpretando e, novità assoluta, modificando il mio aspetto!! Era la prima volta che succedeva, mai nessuno avrebbe pensato che io l'avrei fatto, sapete, abbandonare il mio biondo, i miei occhi azzurri e la mia pelle di pesca. Invece ho accettato la sfida e mi sono calata perfettamente nella parte. Sarà stata l'atmosfera natalizia, l'essere anche stati in vacanza sulla neve, ma mi sono ricordata in particolare di quando indossai i panni del popolo Inuit, per l'Artico.


Era il 1996. Quello fu un cambio radicale d'immagine! Avevo la pelle olivastra, gli occhi a mandorla, capelli scuri e crespi e mi arrotondarono le guance.

L'outfit, bellissimo, morbido e caldo, mi piaceva un sacco! Era formato da una casacca, dei pantaloni e degli stivali.



  Aveva un cappuccio ornato di pelliccia (ecologica ovviamente).


Gli stivali di pelliccia erano molto comodi. Mi sono divertita come una pazza a giocare con la mia immagine e lo faccio ancora, perchè la serie Barbie Dolls of the World continua ancora oggi.



 Anche a Ken è stato proposto di partecipare e devo dire che se l'è cavata egregiamente! Non pensate anche voi?


 Come allora,sul retro della scatola ci sono pure delle informazioni e alcune curiosità sul Paese che interpreto.


E poi dicono che sono solo un'oca bionda!!

Nessun commento:

Posta un commento